San Marino. “Riapertura delle scuole senza misure di simil-prevenzione”

Il Comitato Bimbi e Genitori di San Marino torna a far sentire la propria voce con richieste per l’esecutivo.

“Vogliamo fare il punto sulla situazione che si sta perpetrando a San Marino nel calpestare i diritti civili fondamentali dell’essere umano e vogliamo fare chiarezza sui punti precisi per i quali ci battiamo:

• Riapertura totale di tutte le scuole di ogni ordine e grado a settembre – Ad oggi non è più possibile richiedere aperture immediate, si è perso troppo tempo purtroppo. Ricordiamo però che l’istruzione è un diritto fondamentale dei bambini e che nessuno può o deve rimanere escluso e non è più ammissibile e tollerabile alcuna Didattica a Distanza. I bambini non possono e non devono stare tante ore al giorno attaccati ad uno schermo perché questo è deleterio per aspetti psichici e fisici nonché fisiologicamente scorretto.

• Riapertura delle scuole senza misure di simil-prevenzione quali distanziamento sociale, mascherine o guanti o visiere – per questo motivo vogliamo ricordare a tutti, genitori e politici, che una scuola sana e diversa è possibile. L’Outdoor Education ci permetterebbe di affrontare la scuola con sicurezza e serenità. Inoltre ricordiamo che piuttosto che spendere cifre esorbitanti (che, tra l’altro, lo stato asserisce di non avere) per mettere a “norma covid” le strutture già esistenti basterebbe investire sulle capacità degli insegnanti delle scuole i quali sono già capaci di proporre una ottima didattica e sperimentarne nuove forme, san marino potrebbe diventare un faro di eccellenza per tutto il sud Europa! Ricordiamo inoltre che nel nord Europa, con temperature decisamente più basse, il metodo della Outdoor Education è già stato adottato come soluzione definitiva per ridurre al minimo i contagi potenziali.

• Rispetto di tutto e tutti – i genitori o gli insegnanti che non volessero aderire al nuovo progetto di Outdoor Education potrebbero usufruire dei plessi al chiuso, comportando quindi la netta diminuzione di persone che li frequentano e quindi evitare spese inutili di vari rifacimenti di opere murarie.

• Apertura immediata dei centri estivi pubblici e privati senza misure di prevenzione – quasi tutti i centri estivi vengono svolti all’aperto, numerosi sono quelli sportivi proposti dalle federazioni. Non è possibile assolutamente obbligare bambini, animatori e istruttori all’uso delle mascherine, ricordiamoci che in estate si può arrivare anche a 35 gradi. Per tutti questi motivi, noi genitori e bimbi del comitato, ogni sera organizziamo una protesta silenziosa che mettiamo in atto organizzando un corteo di macchine che aumentano di giorno in giorno. Il nome è: Salta in macchina, si va a scuola! Le macchine si riconoscono sulle strade sammarinesi dalle 4 frecce accese e dai fiocchi attaccati ad esse”

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy