Riccione. Caos mascherine nei centri estivi

Caos mascherine nei centri estivi

Lettera impone ai bimbi l’obbligo di indossarle. La rabbia dei genitori. Il Comune: «Quelle indicazioni sono superate»

Caos mascherina nei centri estivi. Sui social ci sono mamme che hanno sfogato la loro delusione per la lettera giunta dal Comune di Riccione in merito ai centri estivi nella fascia di età che arriva ai sei anni. «Io come altre mamme siamo rimaste basite: mascherine, obblighi e ancora restrizioni ai bimbi delle materne. I bambini non hanno già pagato abbastanza certe restrizioni?», scrive una mamma dopo avere ricevuto la comunicazione da oarte del Comune riccionese. A far arrabbiare le famiglie è il fatto che la delibera regionale non le impone ai bambini al di sotto dei sei anni e ai soggetti con forme di disabilità che non sono compatibili con l’utilizzo della mascherina. Perché allora il Comune la richiede nei centri estivi dei più piccoli? Arrivati a questo punto serve fare chiarezza nel continuo fluire di norme, ordinanze e decreti che hanno ridefinito il quadro dei centri estivi nel giro di pochi giorni.  (…)

Tratto da Il Resto del Carlino

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy