Rimini. Almeno 80mila visite cancellate dal coronavirus

Il virus cancella 80mila visite

MONICA RASCHI – Sono almeno 80mila le visite ambulatoriali e le prestazioni diagnostiche che sono state bloccate negli ospedali del Riminese durante il lockdown conseguente all’epidemia di Covid-19. E diverse di queste, considerato l’alto numero, non potranno essere eseguite prima del mese di agosto. Naturalmente si tratta di prestazioni non in regime di urgenza per le quali le linee guida regionali indicano che debbano essere garantite nell’arco di sette giorni, ma per quanto riguarda tutte le altre (la maggioranza) i tempi saranno piuttosto lunghi. Specialmente se si tratta di quella tipologia di visite o diagnostica da sempre prese d’assalto dai pazienti: oculistica, ortopedia, dermatologia, risonanza magnetica. Altra branca che potrebbe andare in affanno è la pneumologia, per la fortissima pressione che i relativi professionisti e servizi hanno avuto nel periodo dell’emergenza coronavirus in quanto la patologia colpiva principalmente i polmoni. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy