Rimini. Sanzionati otto conducenti di monopattini

Diciotto violazioni registrate, tre patenti ritirate e altrettante denunce: è questo il bilancio dell’attività della pattuglia della polizia locale impegnata nel turno 1-7 nella notte tra venerdì e sabato.

Un’attenzione particolare è stata dedicata ai monopattini, utilizzatissimi soprattutto dai più giovani e che, in quanto veicoli a tutti gli effetti (sono equiparati ai velocipedi), devono essere condotti nel rispetto delle normative previste dal codice della strada, a partire dai limiti imposti su alcol alla guida. Due i conducenti di monopattini fermati con un tasso alcolemico superiore al limite di 0,5 grammi per litro: per entrambi è scattata la sanzione (545 euro), mentre non è prevista la sanzione accessoria della sospensione della patente in quanto non necessaria a condurre il veicolo elettrico a due ruote. Essendo monopattini in sharing, gli agenti hanno provveduto a disattivare l’app per l’utilizzo dei mezzi scaricata sui cellulari dei conducenti, rimettendo i mezzi nella disponibilità del noleggio. Sanzioni più leggere (38 euro) per i sei conducenti di monopattino che sono stati fermati perché trasportavano un secondo passeggero, pratica espressamente vietata. Dall’inizio dell’estate sono stati circa una ventina i conducenti di monopattini sanzionati per infrazioni al codice della strada.
Nel corso del servizio, che oltre alla zona di piazzale Boscovich ha interessato l’area di via della Fiera, sono stati fermati tre automobilisti risultati poi positivi all’alcol test – effettuato nel rispetto delle nuove disposizioni anti-Covid -; in particolare è stata fermata una ragazza di 24 anni, neopatentata, con un tasso alcolemico di 0,87. La giovane è stata denunciata e avendo conseguito la patente da meno di tre anni, è stata sanzionata con pene raddoppiate.
Patente ritirata anche per un cinquantenne svizzero (con tasso di 1,01 g/l) e un riminese che al secondo test è risultato avere un tasso alcolemico di 1,49, appena sotto alla soglia di 1,50 che, se superata, prevede la confisca del veicolo.
Prevista una sanzione pesante invece per una ragazza alla guida di un’auto che non si è fermata all’alt imposto dalla pattuglia e si è data alla fuga; gli agenti hanno comunque rilevato il numero di targa e procederanno con la notifica della sanzione ai sensi dell’articolo 192 del codice della strada. Sanzionata anche una ragazza che guidava l’auto a luci spente e un giovane che si esercitava alla guida dello scooter con foglio rosa nelle ore notturne e in area urbana, circostanze queste vietate dal codice della strada.

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy