Rimini. Scatta l’allarme rosso negli ospedali

Scatta l’allarme rosso negli ospedali

Ricoveri in aumento a Rimini e in tutta la Romagna, l’Ausl pronta ad aprire nuovi reparti e aumentare i posti letto per malati Covid

Rimini e l’Emilia Romagna sono in ’zona gialla’ col nuovo Dpcm che parte oggi, ma per la sanità riminese è pronto a scattare l’allarme rosso. A Rimini sono 15 i malati Covid ricoverati in terapia intensiva, uno in più di ieri: praticamente la metà dei pazienti in rianimazione di tutta la Romagna. E sono in tutto un centinaio i pazienti Covid ricoverati tra l’ospedale Infermi di Rimini e il Ceccarini di Riccione. «Non si può escludere – ammette il direttore sanitario Ausl Mattia Altini – di attivare in questi giorni il livello rosso negli ospedali della Romagna, che prevede 529 posti letto complessivi dedicati a pazienti Covid, di cui 75 tra terapia intensiva e sub-intensiva». Attualmente gli ospedali di Rimini e del resto della Romagna sono a livello arancione, e i ricoverati sono oltre 300 (erano 301 il 2 novembre, di cui 24 in terapia intensiva) (…)

Articolo tratto da Resto del Carlino

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy