Rimini. «La città aspettava il lungomare da 70 anni»

«La città aspettava il lungomare da 70 anni»

Sadegholvaad risponde alle critiche: «Altri hanno solo discusso, noi l’abbiamo fatto. Adesso avanti con la riqualificazione di Rimini sud»

Le chiacchere e le polemiche «stanno a zero». Jamil Sadegholvaad non si cura degli attacchi arrivati in queste ore dal centrodestra e da Gloria Lisi, e guarda al risultato. Perché il Parco del mare, una delle opere su cui la giunta Gnassi ha creduto e investito di più, «è lì, si può toccare con mano, lo si può vivere, dopo che se ne è discusso per più di 70 anni». Certo, non è ancora completato: mancano ancora diversi tratti, e quelli già inaugurati ( a nord e a sud) sono ancora ’orfani’ dei nuovi parcheggi promessi dall’amministrazione. Ma intanto sono già stati riqualificati parecchi chilometri del lungomare.Il nuovo Parco del mare «era la svolta che Rimini attendeva da decenni – dice il candidato sindaco del centrosinistra – Non solo per ragioni estetiche, ma soprattutto di concorrenzialità, di mercato. Perché oggi nel terzo millennio, con viaggiatori attenti e informati, la qualità ambientale è il primo elemento strategico nel turismo. E nessuno può pensare che siano auto, smog, il pericolo di essere investiti dalle macchine, il punto di forza della vacanza al mare». E allora «dopo tanti progetti, pensiamo solo a quello di Ambasz, e decenni di dibattito, ecco non solo un progetto ma il lungomare fatto e finito, che si può toccare con mano» (…)

Articolo tratto da Resto del Carlino

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy