Rimini. «Al lavoro col Green pass altrimenti addio stipendio»

«Al lavoro col Green pass altrimenti addio stipendio»

In Romagna raddoppiate le richieste per la prima dose di vaccino All’hub della Grotta Rossa tanti operai: «Non vediamo altra possibilità»

LORENZO MUCCIOLI. La scossa c’è stata, eccome. È bastato che il Governo annunciasse l’obbligo di Green pass nei luoghi di lavoro a partire dal mese di ottobre, per far decollare le prenotazioni dei vaccini. È l’effetto Draghi, che spinge le nuove somministrazioni in Regione così come nel Riminese. Nella giornata di venerdì in Romagna l’Ausl ha registrato ben 2.385 richieste per la prima dose. Più o meno il doppio rispetto ai numeri dei giorni precedenti, in linea con quanto segnalato anche da altre Regioni come Lazio, Liguria, Lombardia e Piemonte. Per i dati della nostra provincia bisognerà attendere ancora un giorno o due, ma una prima impennata sembra proprio esserci stata. (…)

Tratto da Il Resto del Carlino

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy