Nuovo governo di San Marino: ‘abbiamo trovato macerie’

Il nuovo governo della Repubblica di San Marino, emanazione della coalizione Patto per San Marino che ha battuto, nelle elezioni del 9 novembre scorso, la coalizione

Riforme e Libertà, sta passando da una emergenza all’altra.

Ha detto fra l’altro Antonella Mularoni, Segretario di Stato per gli Affari Esteri, nella conferenza stampa tenuta col collega Gian Marco Marcucci, Segretario di Stato al Lavoro, a nome del Congresso di Stato: ‘ su ogni settore di attività del governo abbiamo ereditato delle emergenze.
Dalle macerie che ci ha lasciato il precedente governo, dobbiamo riuscire a ricostruire. Per ridare credibilità e fiducia a questo esecutivo è stato già fatto molto e riteniamo che lo sforzo compiuto sia stato recepito. Nessuno di noi è andato in vacanza proprio per far fronte ai problemi più urgenti che abbiamo ereditato. Ancora mancano un paio di giorni al primo gennaio, attendiamo prima di pronunciarci
‘.

Questo ultimo riferimento è relativo alla questione delle
banche
e delle finanziarie sammarinesi che dal 1° gennaio 2009 potrebbero essere classificate enti di uno Stato extra Ue dal sistema finanziario italiano.
L’Informazione di San Marino commenta in proposito: sono state ‘rilevate dalla Mularoni anche le maggiori difficoltà che un paese grande come l’Italia potrebbe avere ad intervenire in tempi brevi. È comunque probabile che per un po’ le banche del Titano dovranno abituarsi ad essere considerate extra-Ue‘.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy