Paganello rischia di traslocare da Rimini dopo 21 anni

Il Paganello rischia di sparire da Rimini.

Giuseppe Carpi, uno dei fondatori della storica manifestazione che da 21 anni attira tantissimi turisti nel periodo pasquale per le gare di frisbee sulla spiaggia, lancia l’allarme: “Paganello è allo sbando, stiamo rischiando che salti tutto perché siamo in grave ritardo. Le risorse devono essere stabilite a ottobre, le iscrizioni non sono ancora aperte e non sappiamo se il Comune ci potrà finanziare”.

Ogni anno circa 60mila euro venivano finanziati entro l’estate dal Comune e dalla Provincia di Rimini per organizzare tutto quanto.

Per ora nessuno dell’amministrazione comunale ha battuto un colpo.

Carpi è preoccupato tant’è che dichiara: “Spero che il finanziamento non sia rimesso al buon cuore delle associazioni di categoria, dai commercianti agli albergatori, anche se credo che sarebbe giusto perché alla fine sono loro che ci guadagnano con l’indotto prodotto dalle decine di migliaia di presenze che garantiamo ogni anno”.

L’organizzatore del Paganello afferma: “E’ impensabile che un evento come quello che siamo riusciti ad organizzare non riesce ad ottenere un sostegno da parte dei privati, che sistematicamente c’ignorano. Qua si rischia la chiusura se i fondi non verranno confermati, noi attendiamo un segnale per capire se dopo 20 anni meritiamo di vivere”.

Molto probabilmente il Paganello, in caso di mancato accordo con Palazzo Garampi, potrebbe trasferirsi altrove: in pole c’è Lignano Sabbiadoro che ha ospitato quest’estate i campionati mondiali per nazioni di frisbee.

Fonte: (corsivo) “Il Corriere di Romagna”

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy