Parco scientifico e tecnologico

IL PARCO TECNOLOGICO TORNA IN CONGRESSO DI STATO

Sarà il primo parco scientifico tecnologico transnazionale e anche per questo dovrebbe sorgere al confine tra San Marino e l’Italia, a cavallo tra i due Paesi. Un luogo che sarebbe di grande utilità per l’uno e l’altro, e per lo sviluppo della ricerca e dell’industria in entrambe le nazioni: insomma un incubatore di aziende e di istituti di ricerca.

Il tema del parco scientifico tecnologico è stato affrontato oggi in Congresso di Stato, dove i Segretari hanno confermato la volontà di proseguire per la creazione di questo luogo, “un’intuizione- ribadisce

il Segretario di Stato per l’Industria, Tito Masi,

– dalla quale non vorremmo prescindere”. Il punto di riferimento, ha aggiunto

il Segretario di Stato agli Esteri, Fiorenzo Stolfi ,

in una conferenza stampa, è stato l’accordo culturale e scientifico tra San Marino e l’Italia del 2002. Sono seguiti diversi incontri con i rappresentanti del Governo italiano di Prodi e ora che in Italia il nuovo Governo si è insediato, la Repubblica del Titano attende un riscontro. Stolfi conferma di aver già preso contatti con il ministro degli Esteri, Franco Frattini con il quale ha un promemoria da discutere nel quale c’è anche il parco.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy