Partenza a razzo per il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini

In attesa della giornata di domani, sold-out già da qualche giorno, grande affluenza di pubblico nel sabato del Gran Premio OCTO di San Marino e della Riviera di Rimini. Presenze in crescita, con i parcheggi tornati ad affollarsi e a restituire una dimensione di normalità nonostante le limitazioni ancora imposte dalla pandemia. Tra i visitatori anche l’oro olimpico nel salto in alto e fresco trionfatore alla Diamond League Gian Marco Tamberi, ospite nel paddock di Aprilia. Il campione olimpico, sul palco per la premiazione di gara 1 della Moto E vinta da Jordi Torres, non è la sola stella sportiva vista nel weekend al Misano World Circuit. Nella giornata di ieri era stata la volta del Ct della Nazionale femminile di pallavolo campione d’Europa Davide Mazzanti, che a Misano Adriatico è di casa.

 IL BEST GP 2020 PER LE DUE TAPPE ORGANIZZATE DA MWC – Nel pomeriggio, subito prima della conferenza stampa delle 17:00, c’è stata la consegna del premio “Best Gp 2020”, riconoscimento istituito da Dorna per premiare gli sforzi che i promotori hanno messo in campo per l’organizzazione del Gran Premio in pieno periodo pandemico. A Misano World Circuit due i premi, come due sono state le tappe organizzate nel settembre dello scorso anno. Il primo, relativo al Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, lo ha ritirato quest’oggi il Segretario di Stato allo Sport della Repubblica di San Marino Teodoro Lonfernini, affiancato dal presidente della Santa Monica Spa Luca Colaiacovo. Il secondo, per il Gran Premio dell’Emilia Romagna, sarà consegnato domani in griglia prima della partenza della MotoGp all’Assessore regionale al Turismo Andrea Corsini.

 ACCESSO E DEFLUSSO SENZA CRITICITÀ GRAZIE AL PIANO VIABILITÀ – La buona affluenza di pubblico non ha creato problemi alla mobilità di accesso e deflusso dal circuito, predisposto dal tavolo di lavoro coordinato dalla Prefettura di Rimini con il coinvolgimento degli enti e Forze di Polizia interessati.

Per facilitare il raggiungimento del circuito è stato confermato lo schema adottato negli ultimi anni. Sono state quindi individuate tre zone di accesso, connesse a determinati biglietti e raggiungibili mediante percorsi identificati da due diversi colori. I percorsi principali di accesso alla zona gialla sono stati individuati nella zona a monte di Misano in maniera da snellire i flussi di traffico presenti nelle direttrici viarie principali (SS16 e strade provinciali). La zona rossa è accessibile prioritariamente dalla statale 16. Per il Percorso giallo consigliata l’uscita autostradale di Riccione mentre per il percorso rosso quello di Cattolica.

Una apposita segnaletica provvisoria, circa un centinaio di cartelli installati ai principali incroci, indica il percorso da seguire per raggiungere il proprio punto di accesso. A ciò si aggiungono le torrette di segnalazione di circa 6 metri di altezza, posizionate in zone strategiche con colori e grafiche ad alta visibilità.

 Le aree circostanti l’autodromo, come gli scorsi anni, sono interdette al traffico, fatta eccezione per i residenti, le forze dell’ordine e i possessori del pass parkig.

 Per quanto riguarda il deflusso, le auto e le moto in uscita dal circuito al termine dell’evento, vengono “accompagnate”, con segnaletica dedicata e personale in divisa, su strade dell’entroterra in modo da allontanarle velocemente dalla zona congestionata dell’autodromo.

 Sono in funzione anche dei trenini turistici che collegano la zona mare di Misano con la zona rossa dell’autodromo (paddock e tribune), transitando dal centro accrediti e casse posto in via del mare all’incrocio con la SS16.

 A vigilare sul funzionamento del piano sono impegnati oltre 100 agenti delle Polizie Locali e della Polizia Stradale.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy