Per San Marino: passi da gigante verso un baratro … gigante

Riceviamo e Pubblichiamo

 I PASSI DA GIGANTE

Il FMI scrive che San Marino ha fatto “passi da gigante” e che nel 2015 il PIL crescerà dell’1%. La  stessa previsione che fece per il 2013 che invece si è chiuso con una ulteriore perdita del 3,5%.
I passi da gigante hanno dato 1.600 disoccupati ai quali vanno aggiunti tutti i cittadini che sono stati costretti ad emigrare per mancanza di lavoro (158 nel 2013- 162 nel 2014); hanno portato alla chiusura di quasi 2.000 imprese; ad un debito pubblico superiore a 400 milioni con un bilancio falso che ha un disavanzo strutturale; al sequestro dei Fondi Pensione presso le banche locali e a un consistente passivo della gestione previdenziale; ad una perdita di PIL intorno al 35% dal 2008 ad oggi; a regali di importi superiori ai 100 milioni alle banche e ai loro proprietari occulti; ad una perdita di circa 200 milioni sulle entrate della monofase; a intrecci tra affari e politica, intermediazioni istituzionali, nomine diplomatiche agghiaccianti a personaggi condannati o ricercati; ad una questione morale gigantesca della quale sta emergendo la punta dell’iceberg; a una lunga serie di irregolarità amministrative e finanziarie di cui l’ultima è l’avvio di una gestione fuori bilancio per le infrastrutture, con relativo debito.
CON QUESTI PASSI DA GIGANTE FINIREMO IN UN BARATRO…..GIGANTE
Per San Marino


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy