Politici di San Marino: ‘o mi salvate o dentro anche voi’, Zavoli

Patrizia Cupo di Corriere Romagna San Marino si occupa  della indagine 
Staffa
, mettendo in primo piano non l’avv. Livio Bacciocchi, ma Roberto Zavoli che pare essere entrato in contatto con i Vallefuoco forse nel 2006 quando fu aperto a Gualdicciolo un forno pasticceria.  Zavoli fra l’altro non nasconde ‘legami con la politica‘, che la Cupo cerca di portare alla luce.

Zavoli fu anche  l’amministratore di Ises, la società  di recupero crediti che, secondo gli inquirenti,  operava con metodi estorsivi;  stando all’ordinanza firmata dal gip di  Napoli Isabella Iaselli, il sammarinese  era anche il tramite degli affari tra  Vallefuoco   e  
Bacciocchi
.

E ancora: è con lui,  che il boss dei casalesi programma l’agguato  a Bacciocchi.

E’ sempre lui a “consigliare”  a Vallefuoco di andare a Riccione  «se vuole spezzare un braccio a  Bacciocchi». «Ises è chiusa dal 2009: non  facevamo estorsioni – racconta -. Io non  sapevo da dove venissero quei soldi. Mi  sono accorto che le cose puzzavano nel  2009: allora inviai una raccomandata  cattiva a Bacciocchi e Vallefuoco. Io,  delle altre cose, non so nulla.

So solo che  sono pieno di debiti: se fossi un mafioso,  i soldi li avrei». E quella brutta vicenda  dell’Impresit 2000, quando nel novembre  del 2005 qualcuno sparò colpi di pistola  contro il portone dell’impresa edile?  «Hanno sbagliato porta. Non c’erano mai state minacce. Non è poi vero che  presentai io Vallefuoco a Livio: fu Bacciocchi  a chiedermi di costruirgli il forno…».

Ma chi erano, allora, questi amici-  politici che assicuravano protezione  e affari a Bacciocchi? «E’ una questione  delicata: io non so se posso… – tentenna  Zavoli che non nasconde di sapere, poi  affonda -: io so solo che devo salvare la  mia casa, la mia famiglia. Se mi salvano  loro, i politici, bene, sennò mando tutti  in galera»

Leggi la ordinanza cautelare del gip di Napoli Isabella Iaselli, con le intercettazioni


Vignette
di Ranfo

Webcam Nido
del Falco

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy