PS UPR: COMUNICATO STAMPA

Questa mattina Partito Socialista ed Unione Per la Repubblica – unitamente alle altre forze di opposizione – hanno incontrato una delegazione dell’Associazione Nazionale dell’Industria Sammarinese (ANIS). L’Incontro, nato a seguito di un invito formulato dall’ANIS, ha confermato l’insostenibile immobilismo in cui versa il Governo. PS ed UPR, in tal senso, salutano con favore le parole del Presidente Emanuel Colombini indirizzate verso la richiesta di trovare un momento di coesione di fronte all’emergenza. Parole che stridono però con l’attualità’ governativa. In tal senso PS ed UPR hanno rappresentato cinque esempi di come la situazione sia scomposta. 

1) Riforma tributaria. Una scelta difficile ma non più rinviabile. Portata avanti pervicacemente dal Governo escludendo – da ogni ambito di confronto ed aggiornamento – il Consiglio Grande e Generale. Quest’ultimo chiamato a dover solo prendere atto dei continui mutamenti del calendario previsto per l’eventuale attuazione dell’iter istituzionale conseguente.  

2) IVA. Il 30 di settembre scadeva l’impegno, previsto in finanziaria, per la presentazione di un apposito studio. Dove e’ finito? 

3) Legge sviluppo. Dove sono finiti i decreti attuativi? Specialmente quelli che, pur parzialmente, affrontano il tema della competitività, della sburocratizzazione e del superamento della discrezionalità?  Si sono persi nel gorgo delle divisioni interne alla maggioranza? 

4) Ruolo dello Stato. Un caso su tutti: la futura gestione del Casale “La Fiorina”. Si torna a metterne in discussione la gestione senza un quadro economico chiaro. Va tutto bene. Ma che cosa ne pensa la SUMS dopo l’oneroso impegno finanziario sostenuto in questi anni?  

5) Emergenza Rifiuti. Le brutte vicende di questi giorni pongono, ancora una volta, alla ribalta il tema dell’autonomia energetica. Da tempo invitiamo il Governo ad affrontare la sfida della gestione interna dei rifiuti attraverso il ricorso alle più avanzate tecnologie. Anche in questo caso tutto è fermo.  

Le forze di Intesa Per il Paese hanno ribadito di voler mantenere il confronto con ANIS. Sottolineando, infine, che grazie ad un nostro apposito Ordine del Giorno nel prossimo Consiglio si discuterà della situazione e delle prospettive del mercato del lavoro sammarinese. 

PARTITO SOCIALISTA 

UNIONE PER LA REPUBBLICA 

San Marino, 17 ottobre 2013

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy