‘QUANDO LA COERENZA IMPERA’

COMUNICATO STAMPA

Chi se li ricorda i peana che in Consiglio Grande e Generale i componenti dell’attuale opposizione, in aderenza al loro DNA riformista, rivolsero al Segretario di Stato per gli Affari Interni Valeria Ciavatta e al Governo di aver dato prova di concreto spirito riformatore, dando l’avvio ad un complessa, quanto necessaria, riorganizzazione della Pubblica Amministrazione secondo criteri moderni ed innovatori?
Oggi, nella seduta della preposta Commissione consiliare permanente dedicata all’esame dei provvedimenti di legge, che traducono in strumenti operativi quei concetti riformisti su cui su era registrata ampia condivisione, è andata in scena una curiosa pantomima.
Pur di frenare il percorso legislativo dei provvediemtni all’ordine del giorno di cui il Paese ha bisogno, da tutti avvertito, i commissari di opposizione (nell’ordine i Consiglieri Tomassoni, Celli, Foschi, Lonfernini, Michelotti, Cecchetti) si sono eloquentemente esercitati, tra l’altro, in argomenti assolutamente attinenti alla materia del tipo:
1) Quando sarà approvato il nuovo codice di procedura penale?
2) Bisogna valorizzare il titolo di “San Marino patrimonio dell’umanità”;
3) Perché non rinviamo l’odierna seduta? Non abbiamo avuto tempo di prepararci!
Certamente anche questi argomenti denotano lo spirito riformista degli interventi e la loro coerenza, rispetto alle posizioni assunte solo due mesi fa.
Se questo spirito fosse messo concretamente a disposizione delle materie per le quali sono delegati in Commissione Affari Interni il Paese ne guadagnerebbe e sarebbe risparmiato a tutti lo “spettacolo” di un inutile e vano ostruzionismo.

San Marino, 22 Maggio 2009

I Commissari di Maggioranza

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy