Referendum 15 maggio, commenti e reazioni: Comitato Promotore Referendum Preferenza Unica

Il Comitato Promotore del Referendum per la Preferenza Unica esprime viva soddisfazione per l’esito della tornata referendaria che ha decretato la riduzione delle preferenze da 3 ad 1 in occasione delle Elezioni Politiche Generali. Si tratta di una battaglia contro il sistema delle “cordate”, fenomeno deleterio per il nostro Paese, iniziata ben 13 anni fa. Se la preferenza unica fosse passata allora, probabilmente la storia del nostro Paese sarebbe stata un’altra.

Il 15 maggio ha vinto la democrazia, e la partecipazione al voto dimostra come i quesiti referendari fossero fondati e non frutto di improvvisazione, così come sostenevano i partiti contrari privi di argomentazioni fondate.

Anche per il futuro sarebbe opportuno che l’utilizzo dell’istituto del referendum fosse vissuto da tutti con maggiore serenità, come esercizio di democrazia diretta che rimette, su singoli argomenti, nelle mani degli elettori le scelte per il proprio futuro.

Il nostro ringraziamento va agli 8.688 sammarinesi che si sono espressi per il SI,  hanno reso possibile il raggiungimento del quorum e si sono resi interpreti di un sentimento di fratellanza restituendo ai  residenti all’estero la parità nel diritto di voto. Siamo lieti di aver contribuito ad un atto di pacificazione nazionale.

Il Governo, scendendo in campo pesantemente con la richiesta di4 NO, indiscriminatamente e senza distinzione, ha politicizzato maldestramente l’appuntamento referendario. Il risultato politico è stato devastante: su quattro referendum ai quali il Governo aveva chiesto di votare NO  è prevalso il Si in tre di questi ed il quarto ha diviso esattamente in due gli elettori. Il Popolo sovrano ha dimostrato di pensarla diametralmente all’opposto del Governo, il quale si dimostra lontano anni luce rispetto ai propri cittadini. Qualche conclusione di ordine politico dovrebbe essere tratta, altrimenti l’agonia del già debole Governo potrebbe protrarsi con effetti negativi sull’intero Paese.

Il Comitato Promotore del Referendum per la Preferenza Unica sente il dovere di ringraziare tutti gli organi di informazione, ed in particolare “Giornale.sm” che ha seguito costantemente la nostra campagna referendaria. Un ringraziamento sentito anche al Movimento R.E.T.E., unica forza politica che ci ha sostenuto dal primo momento, e ai Consiglieri Indipendenti, Luca Lazzari, e Federico Pedini Amati di Liberamente San Marino. La nostra vittoria è indubbiamente stata anche la loro vittoria.

Ora il Comitato Promotore vigilerà attentamente perchè la nuova e tecnicamente semplice normativa sia predisposta al più presto, affinchè, qualunque cosa succeda, le prossime Elezioni Politiche Generali siano celebrate con la preferenza unica, così come ha scelto il Popolo Sammarinese.

San Marino, 17 maggio 2016

Augusto Casali – Legale Rappresentante

                               

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy