Riforma Regolamento Consiliare. Civico 10, Sinistra Unita, Rete, Partito Socialista, Upr, Luca Lazzari, Federico Pedini Amati

La necessità di riformare il Regolamento Consiliare è un’esigenza che praticamente tutti i gruppi presenti in Consiglio Grande e Generale esprimono da ormai otto anni. Nel corso della presente legislatura questa esigenza è diventata pressante, a causa di un aumento esponenziale della mole di lavoro.

Questa necessità nasce dall’esigenza di regolamentare tale materia, in modo di definire le tempistiche e dare maggiore efficienza ai lavori Consiliari, nonché ridurre i costi della politica.

Il 7 maggio 2013 il Consiglio Grande e Generale, con deliberazione all’unanimità, si è preso l’impegno di elaborare un testo di riforma che risolvesse queste problematiche entro il 30 luglio 2013, data posticipata poi ad ottobre dello stesso anno.

Tanti sono stati gli incontri fra le forze politiche presenti in aula e tanto lavoro è stato svolto, anche se non si è giunti ad un testo condiviso, ma che vede la grande parte delle modifiche e/o integrazioni apportate deliberate dai gruppi presenti. Tant’è che alcune delle nuove regole,adottate già in diverse sedute Consiliari, sono state messe in atto dall’Ufficio di Presidenza.

Il nuovo Regolamento Consiliare dovrà affrontare e definire quelle situazioni cheancora non trovano condivisione e confrontarsi su altre che non sono state affrontate, come per esempio quella della disparità di trattamento fra Consiglieri ed altre.

Riteniamo sconfortante il fatto che queste esigenze, seppure siano considerate priorità da anni da parte di tutti i gruppi consiliari e nonostante ciò, ancora oggi, non si sia giunti a definire un testo condiviso, lasciando arenare le riunioni del tavolo di lavoro dedicato.

Invitiamo, dunque, i Gruppi Consiliari di maggioranza a riprendere i lavori, risolvendo eventuali diatribe interne in merito a specifiche proposte e confrontarsi sulla bozza di regolamento preparato, al fine di raggiungere la giusta mediazione per dare corso al lavoro svolto in questi mesi.

In questa fase riteniamo importante che la politica dimostri di saper lavorare con efficienza e non riuscire a farlo, per quanto riguarda le proprie regole del gioco, non è un bel messaggio che da al Paese.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy