Rimini. 3 porcellini e 1 lupo nel Cortile delle favole di Rimini

Domani sera (ore 21,30) al Castel Sismondo nuovo appuntamento con la rassegna teatrale per tutta la famiglia ‘Oh che bel castello!’. In scena “I tre porcellini” nella versione della compagnia umbra Fontemaggiore Teatro.  Sul palco Lorenzo Frondini, Fausto Marchini e Claudio Massimo Paternò diretti da Maurizio Bercini su drammaturgia di Marina Allegri.

Ingresso: ragazzi (fino a 14 anni) 5 euro, adulti 7 euro-


Tre fratelli dal destino scritto nel nome, la costruzione della casa, i piaceri e i doveri della vita, i consigli della mamma, la paura di andare per il mondo da soli, l’esistenza vera o presunta del Lupo… In un susseguirsi di situazioni comiche e intense si arriva al finale con il Lupo in pentola. Perché nel dubbio tra la scelta di una vita breve ma giocosa e di una lunga e laboriosa, la Natura fa spesso l’ultima mossa.


Questo spettacolo rimane fedele alla versione del racconto più simile all’originale: i primi due Porcellini muoiono, il Lupo viene mangiato dal terzo, simbolo della sopravvivenza e della capacità di prevedere le cose. Qui ogni Porcellino porta già nel nome la storia di un destino: Pigro, Medio e Saggio. La scelta del materiale per costruirsi la casa diventa il pretesto per ragionare sui piaceri e sui doveri della vita, sui consigli di una mamma molto presente, sulla paura di andare per il mondo da soli, sull’esistenza vera o presunta del Lupo. Il quale, dal canto suo, gioca tra la necessità animale di seguire il proprio istinto e la voglia di fare paura (nella consapevolezza che ai bambini un po’ piace avere paura…).

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy