Rimini. «Aggredito nel locale da ballo dall’ex fidanzato di mia moglie»

«Aggredito nel locale da ballo dall’ex fidanzato di mia moglie»

La denuncia dell’avvocato Marco Bosco ferito alla testa da due uomini e ricoverato in ospedale

Doveva essere una serata tranquilla: a cena con amici, poi un salto a ballare in un locale di Rimini. L’avvocato Marco Bosco non poteva immaginare che si sarebbe ritrovato alle 2.30 del mattino al pronto soccorso dell’ospedale Ceccarini di Riccione con la testa coperta di sangue. E’ uscito da lì con tredici punti di sutura e un referto che parla di trauma cranico commotivo. Bosco ha raccontato agli agenti della polizia di Stato di essere stato «brutalmente aggredito verso l’1.20 da due uomini: il primo è uno straniero che da qualche mese a questa parte – afferma l’avvocato – si è trasformato nello stalker di mia moglie», mentre l’altro «è un suo amico», Sarebbe stato proprio quest’ultimo, sostiene Bosco, a causargli quella brutta ferita, «tirandomi addosso una sedia che mi ha colpito alla nuca, facendomi perdere conoscenza per alcuni secondi». Quello avvenuto la scorsa notte sarebbe solo l’ultimo di una serie di episodi inquietanti che da qualche mese a questa parte «costringono me e mia moglie a vivere in un clima di angoscia costante: non possiamo più condurre un’esistenza normale, siamo obbligati a guardarci continuamente le spalle e abbiamo paura anche solo ad uscire di casa» (…)

Articolo tratto da Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy