Rimini. Amministrative: contestazioni al comizio Salvini-Pecci. Corriere Romagna

Marco Letta – Corriere Romagna: Verso il voto / Salvini prende in giro i contestatori: dopo Berlino cadrà il muro di Rimini / Il leader della Lega Nord in piazza Tre Martiri per sostenere il candidato sindaco Marzio Pecci / «Mandiamo a casa questa sinistra che ha chiuso l’aeroporto e porterà la Fiera a Bologna» 

RIMINI. La contestazione era annunciata e piazza Tre Martiri blindata nelle vie di accesso già alle tre del pomeriggio, ben prima dell’ arrivo di Matteo Salvini. Quando poi il leader della Lega Nord sale sul palco viene accolto dalle grida e slogan di una ventina di giovani della Rimini antifascista legata ai centri sociali. Una contrapposizione accesa che va avanti per tutto il comizio con scambi di battute anche al limite. (…) Il lungo pomeriggio del Carroccio inizia pochi minuti prima dell’ arrivo di Salvini, quando i giovani antifascio mettono in scena un flash mob al grido di prima le persone, accoglienza e solidarietà. Un altro gruppo di trenta accoglie il Matteo leghista con fischi e buuu, mentre la sua gente lo venera come un’ icona. Le bandiere della Lega, di Fratelli d’ Italia, della civica Uniti si vince colorano la piazza. Si vedono anche un paio di vessilli di Forza Italia. Il segretario della Lega Nord Romagna Jacopo Morrone e il candidato sindaco Marzio Pecci scaldano l’ ambiente al grido di «mandiamo a casa la sinistra e Gnassi». (…)





Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy