Rimini: Arrestato albanese 31enne per estorsione e spaccio di cocaina

Un uomo 31enne aveva prima raccimolato un bel gruzzolo di soldi spacciando droga dopodiché aveva fatto armi e bagagli per tornarsene in Albania.

I carabinieri però l’hanno stanato prima che potesse lasciare l’Italia, arrestandolo con le accuse di estorsione e di spaccio di sostanze stupefacenti.

I gendarmi avevano infatti scoperto, durante le indagini, che l’albanese, dopo aver effettuato svariate cessioni di cocaina a giovani assuntori romagnoli, era in procinto di lasciare il territorio italiano.

Le fiamme d’argento, dopo aver bussato alla sua porta, l’hanno infatti sorpreso con una valigia da viaggio piena di indumenti personali.

Gli agenti sono riusciti anche a rintracciare 5 giovani assuntori di cocaina, convocati in tenenza per il riconoscimento del pusher.

I 5 ragazzi, mediante le loro testimonianze, hanno confermato la colpevolezza dello straniero 31enne, in relazione a reiterati e recenti episodi di spaccio di singole dosi di cocaina, effettuati a Cattolica dall’autunno del 2010 sino al 31 dicembre 2011.

Lo stesso albanese, nella primavera del 2011, era stato denunciato da un 33enne cattolichino, che sosteneva di aver subìto serie minacce in seguito al mancato pagamento della somma di 40 euro, di cui era debitore a causa di una pregressa cessione di cocaina a credito.

Lo spacciatore albanese è stato rinchiuso nel carcere di Rimini.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy