Rimini. Confermata la condanna a 20 anni di carcere ai killer dell’idraulico

Vent’anni ai killer dell’idraulico

Confermata la condanna a 20 anni di carcere ai due fratelli albanesi Edmond e Altin Preci, responsabili dell’omicidio di Petrit Nikolli, l’idraulico loro connazionale ammazzato a sangue freddo solo perché aveva tentato di difendere la nipote da un marito violento. Una vendetta ‘albanese’, consumata secondo le regole del codice Kanun il 25 maggio del 2016, davanti al ristorante Cavalieri Mare di Rivabella. La Corte di Cassazione ha giudicato inammissibile il ricorso presentato dagli avvocati Tiziana Casali e Nicodemo Gentile. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy