Rimini. Da spasimante respinto a stalker

Corriere Romagna Rimini: Quarantenne residente nella zona sud della provincia dovrà restare ad almeno di 500 metri dalla bibliotecaria /
Da spasimante respinto a stalker /
Dalla dichiarazione su Fb alle minacce quando l’ha vista in pizzeria con un amico

Si innamora della
bibliotecaria del paese
che però gli dice di non
corrispondere i suoi sentimenti
e quando la vede in
pizzeria in compagnia del
fidanzato perde la testa. E
passa tutta l’estate a insultarla,
pedinarla e minacciarla
anche davanti ai carabinieri
da cui si presenta
per aver contezza della
denuncia che lei avrebbe
presentato contro di lui e
di cui dice in caserma di
aver avuto notizia da un amico
che di professione fa
il vigile urbano. Atto finale
di tre mesi di angherie
per cui il pubblico ministero
Davide Ercolani ha
chiesto al giudice Vinicio
Cantarini l’emissione di un’ordinanza
di custodia
cautelare in cui si vieta al
40enne residente in un
paese nella zona sud della
provincia, di stare a non
meno di 500 metri, mezzo
chilometro di distanza da
tutti i luoghi frequentati
dalla vittima e di non comunicare
con lei con qualsiasi
strumento.
Amore impossibile. La
situazione tra i due che si
conoscono da tempo inizia
a complicarsi lo scorso
febbraio quando di punto
in bianco l’uomo inonda
Facebook di parole d’amo –
re per la “sua” biblioteca –
ria che lei subito respinge.
Ma anzichè scoraggiarsi,
lo spasimante diventa
sempre più insistente.
(…)
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy