Rimini. Dal governatore Bonaccini assicurazioni e precisazioni

Andrea Oliva di Il Resto del Carlino Rimini: Il presidente della regione: L’ospedale di Novafeltria non  è a rischioi» / 
Bonaccini ‘benedice’ il matrimonio delle fiere 

/ «Dobbiamo integrarci per un grande polo internazionale. No alle guerre dei cieli»

La Regione non farà la guerra ad Ancona per il futuro del Fellini. «Non intendo inserirmi in diatribe tra regioni», premette il presidente Stefano Bonaccini riferendosi alla battaglia dei cieli tra Rimini e Ancona. «Mi auguro che il Fellini riprenda competitività, sarebbe importante per il territorio, ma come Regione stiamo uscendo dalle compagini societarie degli aeroporti. Lo abbiamo fatto a Forlì e altrove. Per il Marconi, a Bologna, deteniamo solo una piccola quota necessaria per la quotazione in borsa». Semmai l’attenzione del presidente è rivolta al sistema fieristico. «Rimini e Bologna devono integrarsi. E’ necessario. Possiamo essere un polo fieristico di livello internazionale». E sull’onda dell’entusiasmo non rimane che pensare all’Expo. «Dopo Bologna e Piacenza, saremo a Rimini il 24 per presentare le opportunità, il progetto e gli 80 pacchetti turistici legati alla via Emilia».

(…)  Nella mattinata c’è stato tempo anche per l’incontro con i comitati ambientalisti che gli hanno consegnato una lettera chiedendo di contrastare l’arrivo di rifiuti al termovalorizzatore di Raibano. Altra visita al museo Simoncelli e alla comunità di Montetauro dove uno degli ospiti, che non parla, gli ha donato una poesia scritta al pc. Infine l’arrivo alla comunità di San Patrignano dove ha incontrato i responsabili, pranzato con i ragazzi e visitato i laboratori di formazione. «Il rapporto tra la Regione e San Patrignano – ha detto Bonaccini – proseguirà sempre meglio».

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy