Rimini. Demiraj, il killer di Lidia Nusdorfi e Silvio Mannina, in aula. Il Resto del Carlino

Alessandra Nanni – Il Resto del Carlino: Corte d’Assise / Il killer resta di ghiaccio e fa il segno della vittoria / Dritan Demiraj, duplice omicida, si ‘diverte’ davanti alle telecamere

RIMINI. Dritan Demiraj non perde una battuta, scuote la testa, stringe gli occhi e sbuffa, mentre il pubblico ministero, Stefano Celli, ripercorre le fasi della mattanza. Magro, piccolino, occhi infossati, Demiraj ha l’aria di uno che ‘sa’ di avere fatto la cosa giusta. Nell’intervallo dell’udienza fa il segno di vittoria alla telecamera che lo sta riprendendo, con gran disappunto del suo difensore, Massimiliano Orrù che invocherà per lui il delitto passionale e il codice Kanun (a fare la perizia di parte sarà lo psichiatra Alessandro Meluzzi). (…)

Lidia Nusdorfi, una delle due vittime

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy