Rimini. «Diongue è morto per salvare la cuginetta»

A 21 anni perde la vita dopo il tuffo in piscina La Procura apre un fascicolo per omicidio colposo.

LORENZO MUCCIOLI. La Procura di Rimini ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo a seguito della morte, avvenuta giovedì scorso nella piscina del Grand Hotel di Riccione, del 21enne di origine senegalese Diongue Madiaye. Si tratta, è bene precisarlo, di un atto dovuto, disposto dal pm di turno Paolo Gengarelli per poter far pienamente luce sulla tragedia consumatasi attorno alle 14. A dare l’allarme sono stati gli amici e i parenti di Madiaye, vedendolo immobile sul fondo della vasca. Secondo una versione, il 21enne si sarebbe tuffato in acqua per aiutare una cugina torinese, in vacanza a Riccione insieme alla mamma, sentitasi male mentre faceva il bagno. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy