Rimini: Il Comune prosegue i lavori per la nuova viabilità

Il Comune vince la causa davanti al Consiglio di Stato e possono proseguire i lavori per il completamento del collegamento della nuova viabilità “Rimini Nord”.

Il Consiglio di Stato con sentenza n. 4343/2011 ha accolto l’appello proposto dal Comune di Rimini contro la società Sacramora per l’annullamento della sentenza del TAR Emilia Romagna, Bologna, n. 15/2008 – concernente approvazione variante specifica al Piano regolatore generale del Comune di Rimini e progetto definitivo di nuova viabilità (via Sozzi) – respingendo i ricorsi proposti in primo grado dalla società medesima.

Il Consiglio di Stato ha riconosciuto le tesi della difesa dell’Amministrazione comunale dell’avvenuta dismissione dell’attività mineraria da parte di Sacramora, riconoscendo la legittimità sia dei provvedimenti di pianificazione adottati dal Comune e approvati dalla Provincia che dei conseguenti atti dichiarativi della pubblica utilità della nuova opera viaria impugnati da Sacramora.

Il ricorso della Sacramora spa contro il provvedimento d’esproprio del Comune di Rimini che il Tar di Bologna aveva accolto, impediva il completamento del collegamento della nuova viabilità “Rimini Nord” nel quadrante “Viserba Monte – Nuova Fiera – Celle – Nuova Darsena”, ovvero di un’opera viaria strategica che ha l’obiettivo di migliorare la rete viaria nella zona nord, soprattutto a supporto del nuovo quartiere fieristico, dell’area artigianale, del cimitero urbano e degli insediamenti nel nuovo Peep.

Il collegamento di Viserba al centro della città, invece d’avvenire sulla via Sacramora, o sulla statale 16 o sul lungomare, potrà avvenire direttamente sul nuovo asse viario, passando dalla vecchia via Emilia (via Popilia), proseguendo dietro il cimitero per collegarsi in via XXIII Settembre.

Tutta la strada, che collegherà Viserba al centro della città, avrà una pista ciclabile di due metri e mezzo separata da un’aiuola divisoria verde dalle due corsie della strada e un marciapiede di due metri.

Inoltre c’è l’obiettivo di completare l’asse viario a sud, quello di via Roma, con l’allargamento della strada nel tratto intermedio di Miramare per arrivare rapidamente a Riccione in alternativa alla statale, costituendo di fatto un’asse viario longitudinale di collegamento tra Viserba e Riccione.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy