Rimini. Il registro “gender free” spinge alle dimissioni dal consiglio d’istituto una professoressa

Cambio di nome per gli studenti del liceo, prof si dimette dal consiglio di istituto. Docente non vaccinata era assente durante l’introduzione della Carriera alias: “Dovevano chiamarmi comunque”. Il preside: “Era in aspettativa non retribuita”

ADRIANO CESPI – Un argomento sensibile quello della “Carriera alias”, la possibilità, per studenti o studentesse, anche minorenni, di modificare il proprio nome anagrafico con quello di elezione, scelto cioè dalla persona, nel registro elettronico, negli elenchi e nei documenti interni alla scuola. Un argomento di così forte contenuto valoriale che ha investito perfino il Consiglio d’istituto del Liceo “Serpieri” di Rimini, scuola tra le prime in Italia ad aver approvato questo regolamento rivoluzionario basato sulla libera identità di genere. E causato le dimissioni di un membro, la professoressa Simona Gaudenzi, che ha dapprima contestato la sua mancata convocazione alla seduta del 20 aprile quando venne approvata, con voto unanime, dal Consiglio d’istituto, l’introduzione della Carriera alias. (…)

Articolo tratto da Corriere Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy