Rimini. La crisi colpisce duro anche la Caritas «Conti alle stelle, le donazioni sono in calo»

«Tante aziende hanno escogitato altro per aiutarci: inviano dipendenti che si mettono al servizio degli ultimi. I lasciti testamentari di entità variabile restano però uno o due all’anno»

CARLA DINI. Le donazioni per la Caritas scendono del 10%, ma le aziende calano l’asso dalla manica, prestando dipendenti per il volontariato. Dentro ai pacchi natalizi per i bisognosi di Rimini troverà posto un regalo immateriale ma importante come solo il tempo sa essere. Ne è certo il direttore Caritas Rimini, Mario Galasso.

Galasso, il caro bollette comincia a farsi sentire?

«I conti alle stelle cominciano a pesare tanto sulle tasche delle famiglie, quanto sul bilancio delle imprese ma questo non ferma le aziende storiche che continuano a sostenerci, né le nuove ditte scese in prima linea che declinano secondo modalità inedite una beneficenza in calo dal 5 al 10%, solo nell’ultimo periodo. In questo momento storico senza precedenti in tanti hanno escogitato altre formule per aiutarci: inviare dipendenti, non solo nuove leve ma anche figure storiche, che offrono del tempo da dedicare agli ultimi della società». (…)

Articolo tratto dal Corriere Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy