Rimini. Maxi appalti nel mirino della Finanza, l’assessore Biagini informo’ la Procura. Il Resto del Carlino

Manuel Spadazzi – Il Resto del Carlino: La ‘soffiata’ di Biagini alla Procura sugli appalti sospetti finiti sotto inchiesta / La segnalazione dell’assessore dopo l’esposto delle aziende

RIMINI. Tutto è cominciato in seguito all’esposto avanzato da alcune imprese che avevano partecipato alle gare d’appalto, alcuni mesi fa. Ma decisiva è stata forse, nell’indagine avviata dalla Guardia di finanza a febbraio sui due maxi appalti assegnati dal Comune, il tecnopolo della moda in via Campana e la nuova piscina comunale Acqua Arena, anche la relazione mandata alla Procura di Rimini dallo stesso assessore ai Lavori pubblici Roberto Biagini. (…)

I dubbi delle imprese su alcune procedure nella gestione dei due maxi appalti (del valore complessivo di 17 milioni di euro) hanno portato all’esposto in Procura, da cui è scaturita poi l’indagine avviata lo scorso 11 febbraio dalla Guardia di finanza. Ma alcuni imprenditori, prima ancora che partisse l’ispezione delle fiamme gialle, erano andati a chiedere spiegazioni a Biagini dopo aver partecipato alle due gare d’appalto (…).

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy