Rimini. Miramare: i profughi arrivano all’«Alba»

Coro di proteste di residenti e operatori per il trasferimento dei richiedenti asilo nell’albergo del quartiere turistico

MARIO GRADARA. «Ci siamo battuti raccogliendo oltre cento firme ma nessuno ci ascolta: dalla prima mattina sono iniziati ad arrivare profughi all’hotel Alba con un pulmino e diverse automobili». La segnalazione viene da un gruppo di residenti e operatori economici di Miramare: «La nostra zona purtroppo è già fin troppo degradata, tra spacciatori, prostitute, balordi e persone di malaffare. Siamo dimenticati. Non ce l’abbiamo con i profughi, ma c’è il fondato timore che alcune di queste persone possono venire arruolate dai delinquenti che potrebbero utilizzarli per i loro loschi traffici come manovalanza a basso costo. (…)

Tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy