Rimini. «Molestate dagli alpini»: denunciati altri 10 episodi

«Molestate dagli alpini» Denunciati altri 10 episodi

I casi segnalati alla Procura dal gruppo femminista ’Non una di meno’ Le penne nere: «Siamo sereni, attendiamo gli esiti delle indagini»

Individuare gli autori delle presunte molestie sarà difficile. Ma ’Non una di meno’, il collettivo femminista che durante l’Adunata degli alpini a Rimini aveva raccolto oltre 500 segnalazioni di donne che sarebbero state molestate dalle ’penne nere’, non si è arreso, andando avanti con la battaglia. E tramite il proprio avvocato ha presentato alla Procura una decina di denunce. Si tratta dei casi più eclatanti e circostanziati raccontati al collettivo. Le denunce sono state depositate ad agosto, ma ’Non una di meno’ ha scelto fin qui di tenere un profilo basso. Anche perché per il primo episodio denunciato, quello di una 26enne riminese (si era presentata dai carabinieri col suo avvocato) che aveva riferito di essere stata strattonata e accerchiata da tre alpini in piazzale Fellini, la Procura ha già deciso di chiedere l’archiviazione «in quanto è stato impossibile identificare i presunti autori delle molestie» (…)

Articolo tratto da Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy