Rimini. Nove tonnellate di vecchie reti da pesca diventano calzini

Nove tonnellate di vecchie reti da pesca da Rimini in Slovenia: diventano calze. Un progetto di cooperazione nato fra Legacoop agroalimentare Emilia-Romagna ed Enaleia

LUCA BALDUZZI – Nove tonnellate di reti da pesca dismesse raccolte a Rimini sono partite ieri mattina alla volta degli stabilimenti dell’azienda Aquafil di Lubiana, capitale della Slovenia, dove rinasceranno ma questa volta sotto forma di calzini. Continua l’impegno seguito alla sottoscrizione degli accordi di cooperazione fra Legacoop agroalimentare Emilia-Romagna, l’impresa sociale greca Enaleia (che si occupa di prevenzione dell’inquinamento marino e di sviluppo sostenibile del comparto della pesca nel Mediterraneo), e le Cooperative pesca di Rimini, Cattolica, Cesenatico, Ancona e Senigallia. L’accordo prevede la raccolta dei rifiuti in mare, con particolare riferimento alla plastica, ma anche il recupero delle reti da pesca dismesse e abbandonate, e il conferimento dei materiali plastici alle industrie di smaltimento, riciclo e riutilizzo in Europa, Italia compresa. (…)

Articolo tratto da Corriere Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy