Rimini. Nuovi guai per Balducci: concussione e peculato. Corriere Romagna

Andrea Rossini – Corriere Romagna: Spuntano creditori inesistenti e mazzette /
Ordinanza di custodia cautelare notificata in carcere all’ex consulente del Tribunale / Chiese a imprenditore 95mila euro per ammorbidire le sue conclusioni al giudice

RIMINI. Per simulare falsi crediti presentava liste di nomi inesistenti nelle istanze di ammissioni al passivo delle società fallite. E’ un’altra delle scoperte degli investigatori sull’attività “nascosta” di Daniele Balducci, il commercialista ex consulente del Tribunale arrestato il 19 marzo scorso nell’ambito di un’inchiesta per corruzione in atti giudiziari, con ipotesi di interesse privato negli atti di fallimento, falsità materiale in atti pubblici, frode fiscale e al riciclaggio.
La guardia di finanza ha infatti notificato in carcere al professionista una nuova ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Rimini su richiesta del pm Davide Ercolani. Nei confronti di Balducci si ipotizzano in particolare le ipotesi di concussione, peculato, e falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, oltre a una serie di altri delitti che di per sé però non giustificherebbero da soli il nuovo “arresto” (nel nuovo filone dell’inchiesta risultano indagate atre cinque persone, tra i quali due imprenditori romagnoli
sospettati di evasione fiscale per aver fatturato operazioni inesistenti).
(…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy