Rimini. Patrizia Cupo – Corriere Romagna: partita tra 12enni, (Coriano e Ravenna) finisce a testate e pugni

Patrizia Cupo- Corriere Romagna Rimini: IL CAMPO DIVENTA UN RING / Testate e pugni in campo tra 12enni.
In due finiscono al pronto soccorso
/ Sfida fra Coriano e Ravenna, lettera alla Figc: un bollettino di guerra, il calcio deve rimanere divertimento

RIMINI. Pugni, testate e
calci negli stinchi e la partita
tra 12enni diventa un
campo da battaglia. Uno
rimedia un taglio al labbro
e l’altro, in tutta risposta,
una frattura al naso
(oltre a cento euro di multa
alla società per le intemperanze
dei genitori). Nella
squadra ospite altri
quattro restano contusi e
la società scrive alla Federazione
e all’Aia: mai più
partite così virulente tra i
ragazzini, il calcio deve essere
divertimento.
Fine ottobre, e a Coriano
si disputa una partita del
Campionato giovanissimi
interprovinciale: sul campo,
a casa loro, la Junior
Coriano; dall’altra parte
l’Azzurra di Ravenna. I
giocatori sono tutti ragazzini
di 12 e 13 anni, e anche
l’arbitro non è molto più
grande. Il match finisce
zero a zero, ma è ciò che
avviene sul campo che
non è spettacolo da tutti i
giorni. Le due squadre sono
forti e se la giocano, una
in maniera più “vigorosa” dell’altra. «Abbiamo contato cinque
contusi a fine partita –
racconta uno degli accompagnatori
ravennati e
nonno di un giocatore, Costante
Novaga -: uno con il
naso rotto, uno con una
piccola frattura a un dito
rimediata in seguito a una
caduta, e altri tre con ematomi
e segni dei tacchetti
sulle gambe. I due ragazzini
con le fratture sono finiti
in pronto soccorso, e il
ragazzino col naso rotto è stato anche espulso e ha avuto
due giornate di squalifica,
e la società si è beccata
100 euro di multa per
le intemperanze dei genitori
che protestavano solo
perché vedevano i figli farsi
male».

Dall’altra parte, la raccontano
un po’ diversa. “Il
ragazzino che ha subito una
testata riportando la
frattura al naso poco prima
aveva sferrato un pugno
a uno dei nostri bambini
che ne è uscito con il
labbro insanguinato. …”
(…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy