Rimini: Prodotti innovativi e curiosi a Sapore Tasting Experience

C’è la birra al basilico (si chiama “Genova”, ovviamente) e un chili preparato con la ricetta esclusiva del Cowboy’s Guest Ranch (mangiandolo, vi sentirete John Wayne… almeno a tavola).

Tra le novità di Sapore Tasting Experience in corso a Rimini Fiera fino a martedì 28 febbraio su 8 padiglioni, anche uno strumento “bon ton” che da una sola fettina di limone è in grado di far sgorgare a tavola tutto il gusto di un intero spicchio spremuto a mano.

In mostra, pure il piatto di pane da microonde che contiene il cibo: una volta infornato, i petali che lo decorano come una corolla si staccano e si possono usare come posate.

E ancora, il peperoncino piccante surgelato in cubetti, i bon bon alla Falanghina e perfino il bicchiere con il vino incorporato, che si apre come uno yogurt e si sorseggia alla salute degli amici.

Inoltre, una bottiglia di vino d’annata, da 18 litri, su misura per trenta commensali.

E poi il succo (con melograno, mirtillo, fragola e cranberry) e la pasta per “rimanere giovani” (a base di farina di Kamut, ricca di minerali antiossidanti, germe di grano e farina di lino, estratti di polpa d’uva rossa del Bordeaux).

Sempre in tema di pasta, ecco a Rimini Fiera il pacchero monoporzione da 40 grammi.

Velocità e piccoli spazi? A SAPORE, in mostra una struttura a forma di chicco di caffè che consente di allestire un bar temporaneo in soli 30 minuti (basta una presa elettrica e per il resto è perfettamente autonoma, perché dotata di taniche per il carico e scarico dell’acqua), mentre  per i pubblici esercizi che vogliono servire anche la pizza – ma hanno locali di dimensioni ridotte – arriva un innovativo forno che occupa solo 62 centimetri.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy