Rimini. “Ritorno all’Astoria”: un evento al giorno da agosto a dicembre, negli spazi rigenerati dell’ex cinema.

20 associazioni e mille tra cittadini e studenti coinvolti. Presentata la domanda per i contributi per le sedi di spettacolo della Regione Emilia-Romagna, per un futuro da hub culturale di comunità.

Quello partito ad agosto sarà un calendario ricco di iniziative per i ritrovati spazi dell’ex cinema Astoria: dalla scuola di fumetto agli spettacoli di jazz, dagli stage di recitazione, doppiaggio, ai corsi di restauro e pittura, le mostre, le presentazioni di libri, gli incontri con gli autori e i gruppi culturali. Un evento al giorno grazie al contributo di una ventina di associazioni e un migliaio tra cittadini e studenti che hanno partecipato alla prima fase partecipativa del progetto “Ritorno all’Astoria”. Una sperimentazione che sta dando ottimi risultati, con un approccio che ribalta i concetti abituali: nessuna gestione imposta dall’alto, nessuna leadership, nessun processo up-down, ma un gruppo di cittadini e associazioni che lavorano insieme alle scuole e alle istituzioni, in un vortice che lega le idee ai processi, l’esito finale alle sperimentazioni di percorso.
A fase partecipativa conclusa, da agosto, è partito un cartellone di eventi condivisi, in continuo aggiornamento e consultabile sulla pagina www.facebook.com/RitornoAllAstoria/, che vedrà animare ogni giorno gli spazi dell’ex cinema con iniziative legate al mondo della cultura e delle arti performative, tra eventi, corsi, spettacoli e formazione.
Un futuro da hub culturale di comunità
 
Il progetto “Ritorno all’Astoria” terminerà il 31 dicembre 2022, ma l’Amministrazione comunale di Rimini ha le idee chiare sul suo futuro. È stata infatti presentata questa mattina la domanda per accedere ai contributi prevista dalla legge regionale 13/19 per gli investimenti nel settore dello spettacolo. L’obiettivo è quello di trasformare l’ex cinema Astoria in un hub culturale di comunità. L’idea è quella di uno spazio in grado di coniugare l’uso performativo e di pubblico spettacolo (teatro, danza, concertistica), la formazione (residenze, laboratori, seminari) e la partecipazione (sale civiche, spazi ad uso delle vicine scuole e centri giovani), attraverso un percorso di rigenerazione urbana a servizio di tutta la comunità riminese.

Si ricorda che l’Astoria è stato attivo come cinema, con due sale di proiezione, dal 1977 al 2008.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy