Rimini. Ruba un’auto e fuggendo investe due persone, arrestato

“Nella mattinata odierna gli agenti della Polizia di Stato – Squadra Mobile e U.P.G.S.P. – hanno tratto in arresto un italiano di 45 anni per rapina, lesioni gravi e resistenza a pubblico ufficiale”.

Ne dà notizia la Questura di Rimini, aggiungendo: “Alle ore 10:12 odierne è giunta al 112 NUE una segnalazione di una rapina di un’autovettura avvenuta a Rimini nel parcheggio di viale Roma, commessa senz’armi da un italiano con barba e capelli brizzolati. Una volta impossessatosi della macchina, il soggetto è immediatamente fuggito su via Tripoli, per poi imboccare viale Regina Elena in direzione di Riccione. Prontamente sono state diramate le ricerche dell’autovettura e la descrizione del soggetto alla guida, ricerche che hanno visto protagonista l’intero dispositivo di controllo del territorio della città. Poco dopo è stato intercettato da un equipaggio di volante dell’U.P.G.S.P. e, arrivato all’altezza di via Nervi, ha travolto due persone. Gli operatori sono riusciti a chiudergli la via di fuga ed uno di essi, avvicinatosi a piedi intimandogli di scendere, ha riconosciuto alla guida della vettura il 45enne, pregiudicato per reati contro la persona e contro il patrimonio. A quel punto, l’uomo ha ingranato la retromarcia rischiando di investire altri pedoni e, al fine di interrompere la sua fuga, l’operatore ha esploso due colpi indirizzati agli pneumatici posteriori. Nonostante questo, ha continuato la fuga a bordo della vettura rapinata abbandonandola in via Morgagni, ove è stata poi rivenuta e posta sotto sequestro. Poco dopo, un agente della Squadra Mobile libero dal servizio, informato delle ricerche in corso e munitosi di una radio portatile, pensando che il soggetto potesse fuggire a bordo di un treno si è recato presso la stazione ferroviaria di Miramare. Ed è proprio nel sottopasso, dopo averlo individuato ed aver incrociato per alcuni istanti il suo sguardo, che ha bloccato il 45enne anche grazie all’ausilio di una Volante. La perquisizione personale effettuata nell’immediatezza ha consentito di rinvenire le chiavi di accensione della vettura rapinata.

Le persone travolte nella fuga – una cittadina romena di 28 anni ed una turista francese di 32 anni – sono tuttora ricoverate, rispettivamente, presso l’ospedale Bufalini di Cesena (FC) e presso l’ospedale Infermi di Rimini; nessuna delle due versa in pericolo di vita.

Al termine degli atti di rito, su disposizione del P.M. di turno l’indagato – nei confronti del quale vige la presunzione di innocenza – verrà tradotto presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’A.G. in attesa del giudizio di convalida.

Si precisa che l’arresto operato nella mattinata odierna può considerarsi un evidente segno dello spirito di abnegazione e di servizio del personale della Questura di Rimini, atteso che questa rappresenta la quinta occasione in cui agenti liberi dal servizio sono intervenuti effettuando un arresto in flagranza”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy