Rimini: Sapore Tasting Experience, Bruno Gambacorta presenterà il suo primo libro

Eat Parade, la celebre rubrica enogastronomica del TG2 ideata da Bruno Gambacorta circa 15 anni fa, diventa un libro molto interessante e soprattutto gustoso. 35 storie e una settantina di ricette d’autore, provenienti da tutte le regioni italiane.

“Eat Parade. Alla scoperta di personaggi, storie, prodotti e ricette fuori dal comune”, questo il titolo del libro, sarà presentato dall’autore in occasione di Sapore Tasting Experience, l’evento di Rimini Fiera dedicato al gusto e all’innovazione per il fuori casa.

L’appuntamento è per domenica 26 febbraio alle 10 in sala Diotallevi.

“Il cibo e (in misura minore) il vino sono ciò che lega fra loro i detenuti di Bollate e i coltivatori di limoni di Sorrento”, racconta l’autore nell’introduzione, “il principe collezionista d’arte e gli ex-tossicodipendenti di San Patrignano e di Mondo X, il docente universitario esperto di antichi formaggi siciliani e il direttore di reti televisive diventato olivicoltore e frantoiano”.

Il libro raccoglie storie di personaggi coraggiosi, come don Ciotti e i ragazzi di Libera che, “in molte regioni del sud stanno ricavando cibo e vino dalle terre sequestrate alla mafia”, o di moderni Artusi come Graziano Pozzetto “uno dei personaggi più belli della sezione Far sapere. Dopo una vita lavorativa spesa a fare tutt’altro, questo omaccione romagnolo comincia a sfornare un libro dopo l’altro, fino a creare una specie di enciclopedia, colta e popolare al tempo stesso, della cucina romagnola”.

È il cibo ad aver permesso a molti di rialzarsi quando il terremoto sembrava essersi portato via tutto.

Come racconta la storia di Maurizio De Luca, che ha visto crollare la sua prestigiosa enoteca ‘La Fenice’, con le sue migliaia di bottiglie pregiate.

Capitale azzerato, sede inagibile, cassa integrazione per i dipendenti, ma non per lui.

Eppure, dopo due anni, Maurizio riapre in un nuovo posto.

Recupera dalle macerie le poche bottiglie intatte e le molte danneggiate e le marca con un apposito bollino: “a prova di terremoto”.

E non poteva mancare una delle grandi passioni di Gambacorta: la ‘mozzarella perfetta’.

Di bufala, ovviamente, e fatta a regola d’arte, come quelle del ‘signor Vannulo’, al secolo Antonio Palmieri.

Da segnalare anche alcune storie corali, come la salvezza degli ulivi millenari della Puglia e delle vallate del Trentino che sono state salvate dalla spopolamento, grazie alle mele e allo spumante.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy