Rimini. Sgominata la banda dei supermercati. Corriere Romagna

Lucia Paci – Corriere Romagna: Il sodalizio criminale sgominato dalla squadra mobile della questura di Rimini. Sette uomini arrestati, una donna con obbligo di dimora / Rapine nei supermercati e furti in casa / Sgominata la banda, colpiva da due anni / Tre riminesi nell’organizzazione tutta italiana. Un 71enne considerato il ricettatore

RIMINI. Aveva una mente, un “gruppo d’assalto ”, una base logistica e un ricettatore. Una banda ben organizzata che da almeno un paio di anni metteva a segno furti e rapine tra la Romagna, il Piemonte e le Marche. Solo a Rimini, il gruppo criminale aveva commesso, alla fine del 2013, tre rapine in supermercati: il 19 ottobre 2013 al Conad di via Bidente (bottino 3.285 euro), il 25 ottobre al Conad di via Coletti (1.900 euro) e il 5 novembre dello stesso anno al Crai di via Dario Campana (1.200 euro). Alla banda sono attribuite anche una rapina in un supermercato di Jesi e in un ufficio postale di Caselle Torinese oltre a 13 furti in appartamento tra Rimini, Forlì, Pesaro e Asti (Torino). Il modus operandi era sempre lo stesso: due o tre uomini entravano nel punto vendita con il volto coperto da casco o passamontagna e di questi, uno armato di pistola teneva a bada personale e clienti mentre gli altri pensavano a svuotare le casse; un quarto aspettava fuori per la fuga. Ma quello che sembrava un sodalizio perfetto è stato sgominato dalla squadra mobile della questura di Rimini, diretta dal vice questore aggiunto Nicola Vitale, attraverso una lunga e articolata indagine che ha portato all’a rresto di sette uomini (sei sono in carcere e uno ai domiciliari) mentre per una donna complice del gruppo è stata emessa una misura restrittiva di obbligo di dimora con divieto di uscire di casa nelle ore notturne. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy