Rimini. Sparatoria di via Carlo Zavagli: avevano gia’ tentato di ammazzarlo. Corriere Romagna

Lucia Paci – Corriere Romagna: Nel 1995 venne picchiato e poi colpito con un cacciavite che gli trapassò i polmoni. Disse che aveva difeso una ragazza da sei molestatori / Avevano già tentato di ammazzarlo / Mulargia sentito in ospedale dagli investigatori ricostruisce l’imboscata

RIMINI. Già scampato a un tentato omicidio nel 1995: emergono nuovi particolari sul passato di Augusto Mulargia, il 51enne raggiunto da due colpi di pistola martedì sera mentre rientrava a casa della madre, in viale Carlo Zavagli a San Giuliano Mare. Nel luglio di 21 anni fa, infatti, venne quasi ammazzato da sei uomini (cinque kosovari e un bosniaco) che furono tutti condannati a otto anni di carcere. Mulargia era stato picchiato e colpito con un cacciavite con il quale gli aggressori gli avevano trafitto un polmone. Era successo sempre nella zona di San Giuliano, nei pressi di un bar che il 51enne frequentava all’epoca insieme agli amici. Visto il tipo di ferite riportate, per gli inquirenti l’intenzione era quella di ucciderlo. Nella dichiarazione resa alla polizia, Mulargia disse di essere stato aggredito per aver difeso una ragazza molestata da due dei sei stranieri e un testimone aveva confermato la circostanza. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy