Ringraziamento UPR a On Scotti

L’Unione per la Repubblica desidera ringraziare l’On. Vincenzo
Scotti, Sottosegretario agli Esteri del Governo della Repubblica
d’Italia, che ci ha onorato con la sua presenza in occasione
dell’incontro pubblico sul tema: “I rapporti bilaterali nell’era
dell’integrazione economica e della globalizzazione
”. L’On. Scotti è
stato protagonista di un intervento di altissimo profilo politico e
culturale fornendo spunti ed approfondimenti interessanti. A partire
dall’invito a cercare condivisione sul tema della politica estera
sostenendo che “uno stato è sempre più forte e autorevole, quando chi
parla sa di avere dietro tutto un popolo
”. Il nostro ringraziamento va
inoltre ai rappresentanti delle forze politiche, sociali ed economiche
ma soprattutto ai tanti cittadini che hanno risposto massicciamente al
nostro invito.

Non poteva essere diversamente dato che l’incontro di ieri sera
coincideva con uno dei momenti più difficili nella storia delle
relazioni italo – sammarinesi.  A fronte di tutto ciò confermiamo come
questa nostra iniziativa sia stata esclusivamente un’opportunità che
l’UPR ha inteso fattivamente mettere a disposizione dell’intera politica
sammarinese, delle forze sociali, delle categorie economiche e
dell’intera società civile sammarinese. In questa direzione è stato
orientato il confronto organizzato con i membri della Commissione
Consigliare Permanente Affari Esteri e Politici.

L’UPR attraverso questa iniziativa vuole aprirsi sempre più alla
società civile; di ragionare con le organizzazioni sociali ed
economiche, di rafforzare il rapporto con l’opinione pubblica. Data
l’emergenza in corso rilanciamo la nostra proposta è quella di un
Governo di responsabilità nazionale. Basato su un solo punto
programmatico: la soluzione del contenzioso con Roma. Su questo punto
deve però coagularsi un impegno unitario, formale e sostanziale, da
parte di tutte le forze politiche sammarinesi che intendono cooperare
non soltanto per superare l’attuale fase di crisi, ma anche nell’intento
di fondare un nuovo modello di sviluppo economico del Paese. Il
percorso garante delle riforme si giustificherà solo e soltanto se
sostenuto da un consenso politico ampio e bipartisan. Un programma di
riforme che dovrà essere comunicato e reso ben visibile agli
interlocutori internazionali, tra cui, in primo luogo, il Governo
italiano e la Banca d’Italia, ma anche alle istituzioni sovranazionali
che seguono più da vicino le vicende sammarinesi (FMI e Commissione
Europea).

Marco Podeschi
Portavoce Unione Per la Repubblica (UPR)
San Marino, 1 luglio 2011
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy