Rinnovamento e Trasparenza: risposta alla Csu su scala mobile e inflazione

Non è nostra intenzione alimentare ulteriori inutili polemiche, come le definisce la CSU, ma sul recupero dell’inflazione che erode i salari (parole testuali di Mirco Battazza riportate dagli organi di stampa), un chiarimento è perlomeno doveroso.

Innanzitutto ci rallegriamo doverosamente con la CSU per la chiusura del contratto del settore Bar e Ristoranti a zero ore di sciopero.

Per quanto riguarda l’inflazione continuiamo però a percorrere due strade diverse; la CSU ribadisce il buon accordo per i prossimi anni in base alle “previsioni” e “pronostici” sulla percentuale d’inflazione, pur fatti da illustre istituzioni finanziarie, come la BCE.

Noi ribadiamo la nostra avversione alle scommesse e pronostici, tipiche della finanza che spadroneggia spesso sulla pelle dei lavoratori.

Noi ribadiamo che il calcolo inflattivo va effettuato alla fine dell’anno, valutata la percentuale dall’Ufficio Programmazione e Statistica statale e applicato agli stipendi.

In questo modo si ottengono 3 risultati:

1. La percentuale inflattiva sarà quella realmente calcolata, non quella pronosticata; le scommesse non ci piacciono.

2. L’automatismo siffatto non creerà ulteriore inflazione, essendo appunto posticipato e quindi,essenzialmente, quanto il lavoratore ha perso causa l’inflazione, come del resto fa la CSU ogni anno con l’accordo di recupero sul cosiddetto “fiscal drag.

3. Il governo sarà “invogliato” a perseguire una seria lotta all’inflazione, sapendo che i conti si faranno alla fine.

Nel preparare la piattaforma per il rinnovo del contratto, la FULI (federazione Unitaria Lavoratori Industria) asserisce che la priorità del contratto in scadenza alla fine del 2008 sarà il recupero dell’inflazione.

Torna quindi il nostro rammarico per l’avversione manifestata dalla CSU al nostro referendum propositivo che avrebbe dato ai lavoratori cio di cui hanno diritto, in maniera indolore e molto semplice.

Senza nessuna polemica ma solo per la precisione.

Rinnovamento & Trasparenza

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy