“Ritorno all’Astoria”, le plance dell’ex cinema di Rimini si trasformano in una storia collettiva da scrivere con i cittadini

Ritorno all’Astoria: dalle locandine dei film alle storie dei cittadini, rinascono le plance dell’ex cinema per riscrivere insieme alla città il futuro di questo luogo del cuore per tanti riminesi.

Dai film alle esperienze di chi quelle proiezioni le ha viste, da spettatori a protagonisti, nasce così l’idea di trasformare le plance dell’ex cinema Astoria in una storia collettiva da scrivere insieme ai cittadini. Lo si apprende da un comunicato del Comune di Rimini.
I luoghi raccontano storie, lo fanno attraverso chi un giorno è passato e ha inciso un ricordo tutto suo, un ricordo che crea un legame.
Ieri mattina all’Astoria, all’ex cinema, è iniziata ufficialmente a una chiamata collettiva alle storie. Tutti, ognuno di noi, è chiamato a partecipare andando a scavare nella memoria, la propria, degli amici, dei famigliari; così, le plance, vuote da anni, torneranno a proporre storie, piccole, individuali, inedite.
A farsi da novelli attacchini, in una staffetta di storie a cadenza fissa, ci saranno i cittadini e le cittadine, testimoni di questo passaggio tra ieri, oggi e domani.

A inaugurare questo primo passaggio simbolico del nuovo percorso partecipativo “Ritorno all’Astoria”, ieri mattina c’erano tanti studenti delle vicine scuole medie “Bertola”, cittadini, rappresentanti delle associazioni e le istituzioni, con il vice sindaco Chiara Bellini. Un lungo film collettivo, tutto da scrivere, insieme alla città.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy