Riunione settimanale dell’Esecutivo di coalizione del Patto per San Marino

Un lungo elenco di cose da fare sul tavolo dell’Esecutivo di coalizione del Patto per San Marino, riunitosi stamane per il consueto incontro settimanale. Innanzi tutto, la situazione del settore bancario e finanziario, sulla scorta dei riferimenti dei responsabili di governo, che nonostante le immense difficoltà ereditate, sembra essersi avviata verso un percorso risolutivo. San Marino non ha rinunciato alle sue prerogative sovrane, ma si sta inserendo progressivamente nel contesto internazionale assolvendo tutti gli obblighi previsti in materia di antiriciclaggio e antiterrorismo. Non è sarà facile recuperare credibilità e fiducia, ma di certo non manca la determinazione della maggioranza per arrivare quanto prima al risultato. Quindi, pieno sostegno al governo in questa delicata trattativa politica, diplomatica e tecnica.

In primo piano anche la PA, con i progetti di legge già proposti dalla Segreteria Interni e che sono stati avviati al confronto tra i partiti, prima dell’avvio dell’iter parlamentare.

Già dalla prossima settimana, partirà anche il confronto interno sulla riforma previdenziale, quello sui provvedimenti anti-crisi e di sostegno all’economia.

In adempimento al programma di governo, è stato nominato il gruppo di lavoro per la riforma della legge elettorale, che comincerà a riunirsi già dalla prossima settimana. Vi fanno parte: Luigi Mazza e Nadia Ottaviani (DC, Eps AeL); Alberto Selva e Stefano Palmieri (AP); Erik Casali e Maria Luisa Berti (L.L.); Antonio Putti e Giuliano Gozi (Usdm).

Affrontato inoltre il tema giustizia, perché al di là delle questioni contingenti, c’è una forte necessità di garantire la piena funzionalità del tribunale. Quindi, anche a seguito del riferimento prodotto dal Segretario Casali già la settimana scorsa, i partiti di maggioranza hanno concordato sulla necessità di andare verso una legge stralcio e di provvedere, tramite concorso, alle nomine di personale indispensabili per completare l’organico. Successivamente il ragionamento verrà ampliato e approfondito con una precisa riforma dell’ordinamento giudiziario, secondo quanto prevede il programma di governo.

Infine i giochi, dal momento che, a causa del cambio di legislatura, i membri dell’Ente di Stato dei Giochi si sono dimessi. Inoltre, poiché a breve dovrà essere convocata l’assemblea dei soci della Giochi del Titano SpA in cui lo Stato è la componente di maggioranza, la coalizione si confronterà con i Segretari di Stato di riferimento, Finanze e Industria, per considerare tutti i problemi sul tappeto e valutare insieme le scelte di carattere gestionale. Obiettivo, anche in questo caso, è di adempiere a quanto scritto nel programma di governo, nel pieno rispetto delle leggi vigenti, secondo criteri di moralità, trasparenza ed economicità.

San Marino 9 febbraio 2009

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy