‘Sammarinesi suoniamo il nostro campanone’ Paolo Forcellini, Lo Stradone

Non bastava il riciclaggio, l’evasione fiscale, le banche, le Finanziarie le Società fasulle  le scatole cinesi, ora spuntano anche i matrimoni  e …sentite sentite un po’… i botti di Capodanno cui la Finanza sui confini ha condotto una caccia spietata.
Siamo purtroppo arrivati alla frutta, anzi al mistrà. Non se ne puo’ più.
Non se ne può più poi di certi giornali che sembrano godere nel  dare certe notizie che in altri tempi sarebbero passate inosservate. Ma oggi tutto ciò che riguarda San Marino fa audience, fa moda, dà da mangiare a chi, se non ci fosse, forse dovrebbe cambiar lavoro.
San Marino è per certe testate come Berlusconi lo è per certi programmi televisivi, tanto che se non esistessero potrebbero chiudere “ bottega”.

Anno nuovo vita nuova, dicevamo pochi giorni fa. Ebbene sia vita nuova. I sammarinesi è ora che si diano una svegliata e non dormire sugli allori dei tempi dorati sperando magari in un loro ritorno.

E’ ora che si diano una svegliata per difendere il nostro paese da questi attacchi che stanno diventando dei soprusi. E i nostri politici cessino di attendere il cadavere del nemico seduti sulla sponda del fiume. Quello non passerà mai. Ecco perchè devono capire che non c’è più tempo da perdere  e impegnarsi perché  il paese degli spaghetti e della mafia, abbia  un nuovo atteggiamento verso la nostra Repubblica.

Ormai la vecchia convenzione l’hanno disattesa per cui la si impugni con coraggio, si scenda alla Farnesina e si sbattano i pugni sul tavolo. Da Stato libero, Sovrano, anche se purtroppo circondato da chi esercita la prepotenza contro i più deboli e si dimostra sudditanza verso i propri pari e i più forti, facciamo sentire la nostra voce.

Il nostro sarà un ruggito del topo, ma almeno tentiamo di farlo una volta per tutte questo ruggito….! Se così non fosse sarebbe come dire anno nuovo vita vecchia!

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy