San Marino. Analisi strutturale dell’ospedale: interrogazione di Libera

Il gruppo consigliare Libera ha presentato una interrogazione sul “conferimento di una collaborazione con lo Studio Pagnoni Vita Ingegneri e Associati di Roma per l’avvio delle procedure per il completamento dell’analisi strutturale e per la redazione della relazione sulla vulnerabilità sismica dell’Ospedale di Stato”.

Vista la delibera citata in oggetto;

vista la delibera del Congresso di Stato n. 29 del 3 dicembre 2013, avente ad oggetto: Incarico professionale per avviare la valutazione della vulnerabilità sismica dell’Ospedale di Stato;

preso atto del riferimento del Segretario di Stato per la Sanità Roberto Ciavatta effettuato nel comma comunicazioni della Commissione IV dello scorso venerdì 22 luglio;

preso atto degli interventi pubblici fatti in merito dal Segretario per il Territorio Stefano Canti;

si interroga il Governo per sapere:

a) se l’incarico allo Studio romano, e la relativa spesa di oltre 300.000€, sia riferito solamente all’avvio delle procedure per il completamento dell’analisi strutturale e per la redazione della relazione sulla vulnerabilità sismica dell’Ospedale di Stato “– come riporta l’oggetto della delibera – ovvero – contempli anche l’espletamento dianalisi strutturale e la redazione della relazione sulla vulnerabilità sismica delle strutture dell’Ospedale di Stato;
b) nel primo caso, se trattandosi di una consulenza è corretta l’imputazione della spesa su di un capitolo in conto capitale dell’AASLP;
c) in ogni caso, se la definizione delle di sondaggi e prove sulle strutture, l’analisi delle strutture e la valutazione della vulnerabilità sismica, può essere fatta da un soggetto non abilitato all’esercizio della professione di ingegnere o di architetto;
d) se nello studio individuato, operi almeno un tecnico abilitato all’esercizio della professione e se risulti iscritto all’Ordine degli ingegneri e architetti della Repubblica di San Marino;
e) se i tecnici già incaricati nel 2013 con la delibera citata nel preambolo, o altri i tecnici iscritti all’Ordine degli ingegneri e architetti della Repubblica di San Marino, sono in grado di espletare l’incarico assegnato allo Studio romano;
f) se tali tecnici (di cui al precedente punto d) sono stati interpellati al riguardo e, nel caso, da chi e in quale data;
g) le modalità di selezione dello Studio Pagnoni Vita Ingegneri e Associati di Roma per l’assegnazione dell’incarico in oggetto
h) se il Governo e i singoli Segretari di Stato, come parrebbe dall’oggetto della delibera, si siano limitati ad esprimere un parere sulla proposta di assegnazione dell’incarico avanzata in data 22 luglio dall’AASLP, ovvero, se singoli segretari abbiano, in forma scritta o per le vie brevi, avuto interlocuzioni con la stessa AASP, volte ad indicare i soggetti da incaricare e/o gli importi delle prestazioni;
i) se per le prestazioni commissionate, nel disciplinare d’incarico siano previsti tempi di consegna, e relative penali, ovvero se, anche nel disciplinare, così come nella delibera, si prevedano genericamente tempi “presumibilmente stimati”;

Si chiede infine copia della corrispondenza nella disponibilità del Congresso di Stato e delle Segreterie di Stato coinvolte, in cui si tratti la genesi della collaborazione di cui all’oggetto.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy