San Marino ancora in frodi carosello

Ancora una volta la Repubblica di San Marino si trova implicata in una “frode
carosello
”.

Marco Mobili di IlSole24Ore Online descrive l’operazione denominata “Transilvania romana” sotto il titolo: Norme e Tributi. Fisco / Frodi carosello, nuovo blitz

Il carosello è partito dalla Valle dell’Aniene e via via ha coinvolto tutta l’Italia spingendosi a nord fino a Treviso, passando per Milano, e in direzione opposta raggiungendo Vibo Valentia e Lecce. Oltre cento le società coinvolte sparse sull’intero territorio con il solo compito di emettere fatture, rigorosamente false, e in grado di movimentare merci in totale evasione d’imposta per circa 1,2 miliardi di euro e un’Iva dovuta di oltre 240 milioni. Tra i soggetti commerciali coinvolti nel “carosello” anche operatori Ue e di San Marino.

(…)  Lo schema messo in atto dal 2007 al 2011 da una società di fatto che commercializzava prodotti elettronici (telefoni cellulari), prevedeva l’emissione di fatture false da una società romena (fittiziamente “interposta”), costituita appositamente con il solo scopo di favorire la maxi evasione Iva.

Leggi l’articolo di Marco Mobili, IlSole24Ore

Leggi anche

San Marno – Italia, vertice tecnico. IlSole24Ore

San
Marino contro le frodi carosello

San
Marino. Fine delle frodi carosello

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy