San Marino, Banca Centrale. Restrizioni sul contante

San Marino Oggi: Nuova stretta sulla circolazione del contante dopo incontro Bcsm-Bankitalia

Dopo l’incontro di venerdì scorso tra il responsabile della vigilanza di Banca Centrale, Antonio Gumina, a Roma in Bankitalia, confermano dalla direzione di Bcsm, è arrivata la richiesta di aumentare anche in Repubblica la vigilanza sui contanti.

E così anziché distribuire, come avviene settimanalmente ogni lunedì, i contanti arrivati da Rimini (attraverso Banca Carim), complice anche l’assenza del direttore generale Giannini che era sulla via di ritorno dalla trasferta a Washington, dalla vigilanza di Bcsm hanno chiesto agli istituti di credito sammarinesi maggiore attenzione sul prelievo di contanti, soprattutto se ad opera di società finanziarie.

Allo studio, conferma il direttore generale Mario Giannini, ci sarebbe anche una disposizione per limitare probabilmente a 10mila euro, anche i prelievi di contanti in banca. Limite oltre il quale scatterebbero misure di accertamento, come la richiesta di maggiori informazioni, ecc… Se da un lato infatti, non c’è un problema di approvvigionamento, dall’altro c’è l’esigenza di un maggiore controllo in uscita.

Richiesta quindi che arriverebbe congiuntamente dall’Italia e che comunque è già nota anche all’Associazione Bancaria Sammarinese, i cui vertici confermano che si tratta di un argomento “oggetti continuo di confronto con Banca Centrale”. Dipenderà invece dal governo, decidere o meno di introdurre misure che limitino l’utilizzo di denaro contante superiori a certe cifre come avviene attualmente in Italia.


Vignette di Ranfo

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy