San Marino, Banca Commerciale. Perche’ i soldi dello Stato? Movimento per San Marino

Movimento
Per San Marino
si chiede perché a tutti i costi si è voluto far intervenire lo Stato nella vicenda di Banca Commerciale Sammarinese, per una somma ancora da determinare (benché siamo alla fine di giugno) e attraverso una procedura ancora non resa  pubblica, quasi che  i soldi dello Stato siano soldi di nessuno o comunque nella libera disponibilità dei governanti,  come avvenuto per Banca del Titano.

E’ chiaro che se non fosse partita la spedizione punitiva contro la Banca Commerciale Sammarinese si sarebbero evitati tutti i guai attuali e qualche costo per lo Stato.
La proprietà avrebbe continuato ad aumentare il capitale sociale con denaro fresco in una banca che dava utili non indifferenti.
I dipendenti avrebbero conservato il loro posto di lavoro.
L’immagine del sistema sarebbe stato migliore.
Si sarebbero evitate le dannose vociferazioni su riciclaggi inesistenti.
Si potrà mai sapere il motivo di tanto accanimento?

Vedi comunicato stampa di Per San Marino

Leggi anche

Smtv San Marino, Luca Salvatori. Galassia Bcs: Gian Luca Bruscoli ovunque

San Marino, Bcs – Asset Banca. Parla Giuseppe Roberti. NQ Rimini San Marino

San Marino, galassia Bcs. Capitale Finproject, 80% libico. Stefano Elli,
IlSole24Ore

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy